Mi sono diplomata all’Isef di Roma nel 1994, e nel 2000 ho conseguito la Laurea in Scienze Motorie sempre al Foro Italico. Nello stesso anno, ho conseguito l’abilitazione all’insegnamento delle Scienze Motorie nelle scuole medie e superiori.

Dal 1995 ho iniziato a lavorare nel mondo del fitness, conseguendo brevetti e partecipando a convention sul fitness, spaziando dall’aerobica allo step, dallo spinning alla tonificazione, dal funk all’hip hop, e specializzandomi nell’ambito dell’acquafitness, divenendo un master trainer e docente della EAA, azienda leader nel settore della formazione   in Italia, ed ideando vari programmi didattici per la stessa, dallo step acquatico al tapis roulant e bike in acqua.

Ho collaborato dal 2000 al 2007 con lo IUSM insegnando la materia Ginnastica in acqua, del corso di studio “discipline natatorie”.

Nel 2003 ho iniziato a cambiare la mia visione di allenamento e movimento, cominciando ad approcciare discipline meno frenetiche e dove la consapevolezza corporea era un aspetto fondamentale. Ho cominciato, quindi, a studiare il metodo Pilates ed il Feldenkrais, frequentando dei corsi e leggendo libri su queste metodologie, fino a che nel 2005/06 ho iniziato ad insegnarle presso un piccolo studio dedicato solo a questo settore.

Ho incrementato la parte cardiovascolare mancante all’approccio posturale attraverso il metodo willPower & grace, invitando personalmente in Italia nel 2012 l’ideatrice americana per fare direttamente con lei la formazione del metodo.

Mi appassionai sempre di più allo studio del movimento funzionale e avendo a che fare con persone spesso afflitte da mal di schiena o disfunzioni neuromuscolari e di cui mi rendevo conto non possedere ancora tutte le chiavi di risoluzione delle loro tante problematiche, ho deciso di laurearmi in Fisioterapia (laureata a pieni voti nel 2016).

Non ho mai smesso la mia formazione, specializzandomi sempre di più nel metodo Pilates, Matwork e Studio. Negli anni ho sviluppato le mie conoscenze e competenze, potendomi occupare di ambiti riabilitativi che più mi interessano, quali disfunzioni del pavimento pelvico, disfunzioni temporo mandibolari, riabilitazione cardiocircolatoria, manipolazione fasciale, disfunzioni muscolo-scheletriche dalle vaste eziologie, tanto che nel 2017/18 ho deciso di approfondire l’aspetto osteopatico, iscrivendomi al Master Universitario di Ferrara in Medicina Osteopatica.